A SPELL CALLED FLYSCH

"Vedo cascate multicolore scendere dalle pareti rocciose, poi fiumi e catene montuose incappucciate di neve. Mi trovo poi fra gli ingranaggi arrugginiti di un orologio antico mentre entro in un vortice pieno di visioni e figure antropomorfe Denti affilati, bocche dilaniate e le lapidi di un cimitero che sembra essere sospeso in cielo.

Sono caduto in un mondo senza scala e ho perso la cognizione del tempo…"